Argomento VIOLENZA

Intervista ad Ornella Favero sugli incidenti all'interno del carcere di Padova

Intervista ad Ornella Favero sugli incidenti all'interno del carcere di Padova Ornella Favero è direttore responsabile di Ristretti Orizzonti. Secondo la sua ricostruzione all'interno del carcere di Padova non ci sarebbe stato alcun inneggiamento all'Isis, come anticipato da alcuni organi di informazione in un primo momento, ma si sarebbe trattato di un caso originato probabilmente da un atto di autolesionismo
INTERVISTA

Presentazione del rapporto "Vietato l’ingresso! Passato e presente dell’esclusione sociale. Dialogo tra comunità ebraica e comunità rom a Roma"

Roma 22 gennaio 2015 - 2h 10' 8"
Presentazione del rapporto "Vietato l’ingresso! Passato e presente dell’esclusione sociale. Dialogo tra comunità ebraica e comunità rom a Roma" La pubblicazione, che si apre con l’analisi dell’episodio del cartello recante la scritta "È severamente vietato l’ingresso agli Zingari", comparso sulla vetrina di un esercizio commerciale di Roma nel marzo 2014, nasce dal desiderio di avviare una riflessione pubblica e dar vita a un dialogo tra rom ed ebrei, comunità profondamente diverse tra loro, accomunate da forme di discriminazione, razzismo e violenza che attraversano la storia europea da secoli. Un dialogo che contribuirebbe non poco alla lotta quotidiana contro ogni forma di razzismo e discriminazione
DIBATTITO - Evento organizzato da

Imre Lakatos e il sacrificio di Eva Izsàk. Intervista a Januaria Piromallo

Imre Lakatos e il sacrificio di Eva Izsàk. Intervista a Januaria Piromallo Un libro che è uscito di recente per Chiarelettere porta alla luce una parte rimossa del passato comunista di uno dei più grandi filosofi della scienza: Imre Lakatos. Il successore di Karl Popper alla London School of economics avrebbe in gioventù deciso la morte di una compagna, come lui ebrea e comunista, perché troppo debole per resistere alle torture in caso di eventuale cattura da parte dei nazisti. Ne abbiamo parlato con Januaria Piromallo, autrice de "Il sacrificio di Eva Izsàk"
INTERVISTA

1945-2015: Medicina e Shoah, settant'anni dopo Auschwitz. Dalle leggi di Norinberga alla bioetica contemporanea

Roma 22 gennaio 2015 - 2h 39' 56"
1945-2015: Medicina e Shoah, settant'anni dopo Auschwitz. Dalle leggi di Norinberga alla bioetica contemporanea in occasione della Giornata della memoria che si celebra in tutto il mondo il 27 gennaio, data dell'abbattimento dei cancelli di Auschwitz nel 1945, la Sapienza promuove una serie di iniziative per commemorare le vittime dell’Olocausto. Evento organizzato in collaborazione tra la Presidenza del Consiglio dei Ministri, Comitato di Coordinamento per le Celebrazioni in Ricordo della Shoah, l’Unione delle Comunità Ebraiche Italiane, la Sapienza Università di Roma, la Fondazione Museo della Shoah di Roma
CONVEGNO - Evento organizzato da
1822 pagine
Syndicate content