Argomento SCALFARO

Quirinale story: l'elezione di Oscar Luigi Scalfaro nel 1992. Intervista ad Achille Occhetto

Quirinale story: l'elezione di Oscar Luigi Scalfaro nel 1992. Intervista ad Achille Occhetto Sui rapporti del PDS di Occhetto con Marco Pannella, che sosteneva la figura di Oscar Luigi Scalfaro; sulla figura di Scalfaro come garante della Costituzione, nel momento del passaggio tra la Prima e la Seconda Repubblica; sul sostegno di Occhetto e Scalfaro alla Presidenza del Consiglio di Carlo Azeglio Ciampi; sull'autorizzazione a procedere nei confronti di Bettino Craxi; sulle elezioni politiche del 1994; sull'appello televisivo di Oscar Luigi Scalfaro al tempo di Mani Pulite; sull'interventismo di questo Presidente; sui rapporti amichevoli di Scalfaro con Occhetto; sul ruolo del Capo dello Stato in una Repubblica Parlamentare come quella italiana
INTERVISTA

Il Quirinale e le scelte di Matteo Renzi: intervista ad Ugo Sposetti

Il Quirinale e le scelte di Matteo Renzi: intervista ad Ugo Sposetti Per quanto riguarda il Quirinale, «Renzi non faccia furbate, perché poi rischia di pagarne le conseguenze. Non pensi di tirare fuori un nome all'ultimo momento come il coniglio dal cappello, perché allora non sarebbe commestibile». Così si è espresso il 13 gennaio il senatore della sinistra dem Ugo Sposetti, intervistato dal quotidiano "la Repubblica". E al giornalista che ha sottolineato come il premier sembri aprire alla 'dittà, la minoranza Pd, ha detto: «bene. Però per scegliere il candidato alla presidenza della Repubblica è giusto che il segretario, pur nella riservatezza degli incontri, mostri anche la massima trasparenza». Una rosa di nomi dalla sinistra dem? «Renzi ha il diritto-dovere in quanto segretario del Pd di dirigere, ascoltando le ragioni della minoranza. Spetta però a lui presentare una candidatura che raccolga il massimo dell'unità. Non è opportuno che la minoranza esprima una rosa di nomi». Radio Radicale ha chiesto al senatore della sinistra Dem di puntualizzare le sue dichiarazioni
INTERVISTA
296 pagine
Syndicate content