Argomento RIFUGIATI

Commissioni Affari costituzionali, della Presidenza del Consiglio e interni e Giustizia della Camera

Immagine della scheda
Nell'ambito dell'esame del disegno di legge C. 2616 Governo, di conversione in legge del decreto-legge n. 119 del 2014, recante "Disposizioni urgenti in materia di contrasto a fenomeni di illegalità e violenza in occasione di manifestazioni sportive, di riconoscimento della protezione internazionale, nonché per assicurare la funzionalità del Ministero dell'interno", audizioni informali del prefetto Alessandro Pansa, capo della Polizia e direttore del Dipartimento della pubblica sicurezza del Ministero dell'Interno, del prefetto Mario Morcone, capo del Dipartimento per le libertà civili e l'immigrazione del Ministero dell'Interno.
COMMISSIONE

Comitato parlamentare di controllo sull'attuazione dell'accordo di Schengen, di vigilanza sull'attività di Europol, di controllo e vigilanza in materia di immigrazione

Immagine della scheda
Indagine conoscitiva sui flussi migratori in Europa attraverso l'Italia, nella prospettiva della riforma del sistema europeo comune d'asilo e della revisione dei modelli di accoglienza: audizione dell'ambasciatore della Repubblica Tunisina, S.E. Naceur Mestiri, in vista di possibili soluzioni per rafforzare la cooperazione tra Italia e Tunisia in tema di controllo e gestione dei flussi migratori in partenza dalle coste africane verso l'Italia.
COMMISSIONE

L'allestimento del campo profughi provenienti dall'Afghanistan a Gorizia. Interviste di Stefano Santarossa e Michele Migliori

L'allestimento del campo profughi provenienti dall'Afghanistan a Gorizia. Interviste di Stefano Santarossa e Michele Migliori I novanta profughi provenienti dall'Afghanistan, dopo essere stati rifiutati dall'Amministrazione Comunale di Gorizia, hanno trovato posto per oltre tre mesi in riva al Fiume Isonzo dove avevano allestito un accampamento di fortuna in una zona esondabile, priva di allacciamenti all'acquedotto e con tutti i rischi sanitari conseguenti a tale situazione. Dopo le denunce e le foto dell'accampamento apparse la settimana scorsa sui social network, oggi grazie all'intervento della Provincia con Enrico Gherghetta (PD) e dell'assessore regionale Paolo Panontin, la protezione civile ha allestito in Via Italico Brass una tendopoli dotata dei servizi essenziali per permettere la prima accoglienza ai profughi
INTERVISTA
369 pagine
Syndicate content