Argomento MOSCA

Operazione Idigov. Come il Partito Radicale ha sconfitto la Russia di Putin alle Nazioni Unite - Presentazione del libro di M. Perduca (Ed. Reality Book)

Operazione Idigov. Come il Partito Radicale ha sconfitto la Russia di Putin alle Nazioni Unite - Presentazione del libro di M. Perduca (Ed. Reality Book) Presentazione del libro di Marco Perduca con la prefazione di Emma Bonino (Edizioni Reality Book). Il Partito Radicale Nonviolento Transnazionale e Transpartito è affiliato al Consiglio Economico e Sociale delle Nazioni Unite dal 1995. Nella primavera del 2000, la Federazione russa di Vladimir Putin ne chiese l'espulsione per aver fatto parlare davanti alla Commissione diritti umani di Ginevra il parlamentare ceceno Akhyad Idigov. Attraverso la pubblicazione di documenti ufficiali, memorandum interni del Partito e ricordi personali di Marco Perduca, all'epoca rappresentante radicale all'Onu, Operazione Idigov ripercorre le iniziative istituzionali, politiche e parlamentari messe in atto tra Roma, Bruxelles e New York perché l'Onu rigettasse la richiesta russa. Pur non volendo essere un manuale di lobby questo libro rappresenta un documento unico nel suo genere poiché racconta come un'organizzazione non-governativa sia riuscita a mobilitare decine di paesi a sostegno non solo di se stessa ma anche di quello che negli anni aveva rappresentato all'Onu: un partito al servizio dei silenziati e degli oppressi di mezzo mondo. Operazione Idigov si chiude sollevando un interrogativo: cosa succederebbe oggi se un altro Stato membro delle Nazioni Unite attivasse nuovamente la procedura di sanzione nei confronti del Partito Radicale

Oltre i confini: le leggi antigay di Putin sbarcano in Kirgyzstan

Roma 2 agosto 2014 - 1h 49' 12"
Immagine della scheda
Le leggi contro la cosiddetta "propaganda dell'omosessualità tra i minori" hanno minato la libertà di espressione e di riunione di tutta la popolazione russa; la legge sugli "agenti stranieri" continua a compromettere il lavoro di promozione e tutela dei diritti umani in Russia delle ONG locali. Come queste leggi stanno interferendo nelle istituzioni e nella società dei paesi limitrofi alla Russia?
DIBATTITO - Evento organizzato da ,

Caffè mondo

Radio 15 luglio 2014 - 27' 57"
Caffè mondo La puntata di "Caffè Mondo", la trasmissione radiofonica nata dalla collaborazione tra oltreradio.it e la stampa.it Ogni giorno in diretta, dal lunedì al venerdì dalle 9.30, ascoltabile, oltre che da oltreradio.it, dal sito lastampa.it Aggiornamenti in tempo reale sull’attualità internazionale, una rassegna dei più importanti media nel mondo, ospiti, testimonianze e storie dal mondo. A cura di Francesca Sforza e Micol Sarfatti. In studio Francesco De Leo. Ospite di oggi a Caffè Mondo Sandro Cappelletto, critico musicale de La Stampa e Le Monde, che ricorda il Maestro Lorin Maazel recentemente scomparso. Nella seconda parte della trasmissione l'intervento del vaticanista Andrea Gagliarducci sulla situazione finanziaria della Santa Sede.
RUBRICA - Evento organizzato da

Un ricordo di Andrei Mironov, ucciso in Ucraina, in un'intervista di David Carretta del 2002 sulla Cecenia

Un ricordo di Andrei Mironov, ucciso in Ucraina, in un'intervista di David Carretta del 2002 sulla Cecenia Andrei Mironov, giornalista, traduttore, attivista dei diritti umani, tra i fondatori di "Memorial" e già iscritto al Partito Radicale, è stato ucciso in Ucraina insieme al fotoreporter Andrea Rocchelli, con cui collaborava come interprete. In questa intervista di David Carretta del 30 novembre 2002 fa un bilancio del congresso mondiale ceceno svoltosi a Copenhagen in quei giorni e parla di Cecenia e di Russia facendo alcune considerazioni sull'evoluzione autoritaria del regime di Putin e sulla possibilità di nuovi conflitti dopo quello ceceno che appaiono drammaticamente premonitrici
SERVIZIO
26 pagine
Syndicate content