Argomento LAVORO

In viaggio lungo la ex cortina di ferro / 3. Intervista a Matteo Tacconi

In viaggio lungo la ex cortina di ferro / 3. Intervista a Matteo Tacconi Il viaggio di Matteo Tacconi e del fotografo Ignacio Maria Coccia lungo la ex cortina di ferro, venticinque anni dopo la caduta del muro di Berlino, arriva nella bassa Austria e in Slovacchia. Vienna e Bratislava, una volta divise dal confine tra occidente atlantico e oriente sovietico, sono oggi unite dalla comune appartenze all'Unione Europea. Ma mentre per esempio a Gmund, in Austria, si sfuttano le bellezze neturalistiche e le acque termali, subito al di là della frontiera pullulano casinò, pensioni un po' dubbie, sexy shop e "asia market", in una sorta di Tijuana mitteleuopea. Tra Austria, Slovacchia e Repubblica Ceca si avverte di più la presenza di un confine, anche se oggi aperto grazie agli accordi di Schengen. Più sfumata invece, rispetto alla Germania, la memoria della cortina e della divisione tra i due blocchi.
INTERVISTA

Interpreti della Costituzione

Interpreti della Costituzione lezione aperta di Giorgia Minchella promossa nell'ambito di Parole di Giustizia 2014 sul tema "L'Europa che vogliamo" in programma l'11 e 12 aprile 2014
3305 pagine
Syndicate content