Argomento GIORNALISMO

Intimidazioni e minacce ai giornalisti. Quante sono. Perché stanno aumentando

Roma 14 aprile 2014 - 1h 46' 42"
Intimidazioni e minacce ai giornalisti. Quante sono. Perché stanno aumentando Durante la conferenza stampa vengono rese anticipazioni dal Rapporto Annuale dell'Osservatorio e viene presentato il progetto europeo "Safety Net for European Journalists. A Transnational Support Network for Media Freedom in Italy and South-east Europe". Il progetto, dedicato alla libertà di informazione in Italia, Sud-Est Europa e Turchia è guidato da Osservatorio Balcani e Caucaso e, oltre a Ossigeno informazione, vede molti partner esteri tra i quali SEEMO "Sout East Europe Media Organisation"
CONFERENZA STAMPA - Evento organizzato da

Una giornata per Miriam

Roma 8 aprile 2014 - 1h 47' 48"
Immagine della scheda
promosso sotto l'Alto Patronato del Presidente della Repubblica in collaborazione con l'Ordine dei Giornalisti del Lazio, la Federazione Nazionale Stampa Italiana, il Gruppo Editoriale L'Espresso e ActionAid

Passaggio a Sud Est - La realtà politica dell'Europa sud orientale dai Balcani alla Turchia

Passaggio a Sud Est - La realtà politica dell'Europa sud orientale dai Balcani alla Turchia A cura di Roberto Spagnoli con le corrispondenze di Marina Sikora e Artur Nura. L'argomento principale sono le elezioni del 30 marzo in Turchia e la notevole affermazione, al di là delle previsioni, del premier Recep Tayyip Erdogan: una vittoria che lo lancia ora verso la presidenza. Una tesi, questa, sostenua da molti osservatori, ma contestata sul Corriere della Sera da Antonio Ferrari che in un'intervista spiega perché il premier turco è in declino. L'apertura della puntata è invece dedicata alla Grecia e alla nuova tranche di aiuti internazionali. Gli altri argomenti: Albania, la visita del premier Rama a Berlino e lo scontro tra maggioranza di centro-sinistra e opposizione. Kosovo: il governo vuole un esercito e nonostante la protesta della Serbia è ripreso il dialogo tra Pristina e Belgrado. Serbia: entro fine mese è attesa la formazione del nuovo governo dopo le elezioni anticipate del 16 marzo. In chiusura Matteo Tacconi racconta la prima parte del viaggio lungo la ex cortina di ferro che sta compiendo con Ignacio Maria Coccia
RUBRICA

Presi per il Web

Radio 30 marzo 2014 - 1h 6' 55"
Presi per il Web Rubrica di Marco Perduca. Conduce in studio: Fulvio Sarzana. Ospiti della trasmissione: Francesco Posteraro, Guido Scorza, Fabio Del Giudice, Arturo Di Corinto, Paolo Marzano e Carlo Blengino. Argomento della puntata: il nuovo regolamento del diritto d'autore
RUBRICA

Passaggio a Sud Est - La realtà politica dell'Europa sud orientale dai Balcani alla Turchia

RADIO 27 marzo 2014 - 55' 33"
Passaggio a Sud Est - La realtà politica dell'Europa sud orientale dai Balcani alla Turchia A cura di Marina Sikora e Artur Nura. Sommario della trasmissione. Serbia: le trattative per la formazione del nuovo governo; le ripercussioni della crisi ucraina sul negoziato per l'adesione all'UE. Kosovo: il quindicesimo anniversario dell'inizio dei bombardamenti della Nato, le diverse commemorazioni a Belgrado e a Pristina e le ferite ancora aperte. Macedonia: aperta ufficialmente la campagna elettorale per le presidenziali del 13 aprile, gli slogan dei partiti e i candidati in campo. Albania: il deficitario mercato energetico interno, le riforme allo studio del governo, gli interessi italiani. Croazia: spunta un "terzo polo" tra socialdemocratici, Hdz per le elezioni del Parlamento europeo con l'incognita dell'astensionismo. C'era una volta la "cortina di ferro": un viaggio dal nord della Germania a Trieste per scoprire come è cambiata l'Europa "di mezzo" 25 anni dopo la caduta del muro di Berlino. Intervista a Matteo Tacconi
RUBRICA

Dal Muro all'Europa senza frontiere: un viaggio da Lubecca a Trieste. Intervista a Matteo Tacconi

RADIO 26 marzo 2014 - 16' 49"
Dal Muro all'Europa senza frontiere: un viaggio da Lubecca a Trieste. Intervista a Matteo Tacconi Un viaggio lungo quella che fu la "cortina di ferro", dal nord della Germania all'Adriatico, 25 anni dopo la caduta del muro di Berlino. E' quello che compiranno dal 29 marzo al 13 aprile un giornalista, Matteo Tacconi, e un fotografo, Ignacio Maria Coccia, per raccontare come sono cambiate le cose lungo quel confine che divise l'Europa, separò gli europei e segnò la linea del fronte della guerra fredda tra il blocco occidentale e quello sovietico; alla ricerca di quello che è oggi, a cavallo di frontiere scomparse e altre che si sono aperte, il senso dell'Europa
INTERVISTA
156 pagine
Syndicate content