Argomento EBRAISMO

La Fondazione KKL Italia pianta un Olivo di Gerusalemme nel Carcere di Regina Coeli

La Fondazione KKL Italia pianta un Olivo di Gerusalemme nel Carcere di Regina Coeli Nell'ambito delle celebrazioni per la ricorrenza del 16 ottobre 1943, giorno in cui è avvenuto il rastrellamento di Roma a opera delle SS, e per onorare la memoria storica della Casa Circondariale di Regina Coeli che ospitò, in quel periodo, non pochi ebrei della Comunità Ebraica di Roma, prima che questi venissero trasportati nei Campi di Concentramento nazisti
MANIFESTAZIONE - Evento organizzato da

Il KKL Italia pianta un olivo di Gerusalemme nel carcere di Regina Coeli a Roma. Intervista a Raffaele Sassun

Il KKL Italia pianta un olivo di Gerusalemme nel carcere di Regina Coeli a Roma. Intervista a Raffaele Sassun Il Keren Kayemeth LeIsrael (KKL), è la più antica associazione ambientalista del mondo da più di 110 anni. E' grazie a questa associazione che lo Stato di Israele ha sconfitto il flagello della desrtificazione. Oggi, alle 14.30, questa associazione pianta in olivo di Gerusalemme nel carcere di Regina Coeli per ricordare il rastrellamento attuato dai nazisti e dalle autorità della Repubblica Sociale. Piantare un albero è un atto altamente simbolico per la cultura ebraica. Nella tradizione ebraica, quando nasce un bambino, si usa piantare un albero. A tempo debito, i rami di quello stesso albero serviranno per costruire la chuppà, cioè il baldacchino nuziale. La piantagione degli alberi caratterizza anche il Tu bi-Shevat, il cosiddetto capodanno degli alberi, giorno in cui si usa piantare alberi. Questa ricorrenza si celebra il 15 del mese di Shevat (Gennaio-Febbraio)
INTERVISTA

Caffè mondo

Caffè mondo La puntata di "Caffè Mondo", la trasmissione radiofonica nata dalla collaborazione tra oltreradio.it e la stampa.it Ogni giorno in diretta, dal lunedì al venerdì dalle 9.30, ascoltabile, oltre che da oltreradio.it, dal sito lastampa.it Aggiornamenti in tempo reale sull’attualità internazionale, una rassegna dei più importanti media nel mondo, ospiti, testimonianze e storie dal mondo. A cura di Francesca Sforza e Micol Sarfatti. In studio Giulia Raffaelli Ospite di Caffè Mondo, Cesare Martinetti, editorialista de La Stampa sulla posizione della Francia nella lotta al terrorismo. Nella seconda parte della trasmissione Massimo Giuliani, docente di Pensiero Ebraico all'Università di Trento, sui chassidim di Breslav
RUBRICA - Evento organizzato da
143 pagine
Syndicate content