Argomento DISCARICHE

Seduta 381ª (XVII legislatura)

Immagine della scheda
-) Discussione del disegno di legge: S. 1733 - Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 5 gennaio 2015, n. 1, recante disposizioni urgenti per l'esercizio di imprese di interesse strategico nazionale in crisi e per lo sviluppo della città e dell'area di Taranto (Approvato dal Senato) (2894)
AULA

Una carovana per la dignità e la sostenibilità del lavoro

Taranto 21 febbraio 2015 - 1h 58' 10"
Una carovana per la dignità e la sostenibilità del lavoro Così Marta D’Auria dalle pagine di riforma.it, l’organo di informazione delle chiese evangeliche, battiste, metodiste e valdesi in Italia, presenta l’iniziativa promossa dalla Commissione Globalizzazione e Ambiente(Glam) e dalla Federazione delle Chiese Evangeliche Italiane(Fcei). Dopo un primo appuntamento in Sicilia, la "Carovana"è giunta a Taranto, dove si è tenuta una tavola rotonda presso la Masseria Fornaro. L’incontro, introdotto e moderato da Antonella Visintin, coordinatrice del Glam, ha visto susseguirsi gli interventi di Vincenzo Fornar o(allevatore), Maurizio Bolognetti (Segretario di Radicali Lucani), Daniela Spera (Presidente di Legamjonici), Giovanni Raimondi (Comitato lavoratori e cittadini liberi e pensanti), Fulvia Gravame (Peacelink), Maria Elena Lacquaniti, ideatrice dell’iniziativa ed esponente della chiesa battista di Civitavecchia e di Dario Monaco, Pastore della chiesa battista di Mottola. Antonella Visintin ha ribadito che l’iniziativa ha l’obiettivo di "attirare l'attenzione su alcuni luoghi e circostanze in cui le chiese riconoscono del lavoro alienato e dei soprusi contro la creazione"
DIBATTITO

Sedute 395ª e 396ª (XVII legislatura)

Immagine della scheda
-) Seguito della discussione del disegno di legge: (1733) Conversione in legge del decreto-legge 5 gennaio 2015, n. 1, recante disposizioni urgenti per l'esercizio di imprese di interesse strategico nazionale in crisi e per lo sviluppo della città e dell'area di Taranto -) Svolgimento di una interpellanza e di interrogazioni
AULA

Dal dissesto ideologico al dissesto idrogeologico. Intervista al prof. Franco Ortolani

Dal dissesto ideologico al dissesto idrogeologico. Intervista al prof. Franco Ortolani Franco Ortolani, già ordinario di geologia presso l’Università Federico II di Napoli, torna a lanciare il suo monito, avvertendo che la reiniezione delle acque di produzione petrolifera nel sottosuolo della Val D’Agri potrebbe favorire l’innesco di terremoti. Per il geologo partenopeo questo tipo di attività effettuate in un’area ad alto rischio sismico rappresentano un autentico azzardo. Nel corso della conversazione, il prof. ortolani si è anche soffermato su uno scellerato progetto, che potrebbe portare alla costruzione di un impianto per il trattamento di ingenti quantitativi di rifiuti a ridosso della diga di Montecotugno in agro di Senise (PZ)
INTERVISTA
153 pagine
Syndicate content