Argomento CRISI

Passaggio a Sud Est - Speciale: un viaggio lungo la ex "cortina di ferro" alla ricerca del senso dell'Europa

Passaggio a Sud Est - Speciale: un viaggio lungo la ex "cortina di ferro" alla ricerca del senso dell'Europa Attraverso le interviste a Matteo Tacconi, giornalista che da anni segue le vicende dell'Europa centro e sud orientale, e al fotografo Ignacio Maria Coccia, realizzate tra marzo e aprile, la trasmissione ripercorre il viaggio lungo quella che un tempo era la "cortina di ferro" che separava in due l'Europa e divideva gli europei e che oggi, 25 anni dopo la caduta del muro di Berlino, è diventata una lunga "cortina verde". Un itinerario, da Lubecca a Trieste, dal baltico all'Adriatico, non solo per capire "com'era", ma soprattutto per raccontare com'è oggi quell'area, alla ricerca del senso dell'Europa
RUBRICA

Passaggio a Sud Est - Speciale

RADIO 27 luglio 2014 - 58' 50"
Passaggio a Sud Est - Speciale Il "caso Grecia" alla luce della crisi finanziaria globale, per capirne gli effetti e ragionare sulle politiche anticrisi messe in campo in Europa e nel resto del mondo. Sintesi della presentazione del saggio di Francesco De Palo "Greco. Eroe d'Europa" (Albeggi edizioni) avvenuta a Roma lo scorso 19 febbraio. Insieme all'autore discutono Paolo Messa, direttore della Fondazione Formiche, Dimitri Deliolanes, giornalista e saggista, già corrispondente dall'Italia per la radiotelevisione di stato greca, Francesco M. Amoruso, senatore di Forza Italia, presidente dell'Assemblea dei Parlamenti del Mediterraneo, Maarten Van Aalderen, presidente della Stama estera in Italia
RUBRICA

Rassegna della stampa e della blogsfera cinese

Rassegna della stampa e della blogsfera cinese La reazione dei media della Repubblica Popolare e degli utenti di Weibo alle due grandi crisi internazionali in corso: l'offensiva di terra a Gaza e l'abbattimento dell'areo della Malaysia Airlines in Ucraina. Gli sviluppi del caso Rui Chenggang - storico volto della CCTV - raccontati dal portale Tencent
RUBRICA

Overshoot

RADIO 17 luglio 2014 - 28' 10"
Overshoot Le coltivazioni dei terreni che gli investitori stranieri controllano nei paesi più poveri - operazione comunemente chiamata Landgrabbing - se fossero usati per nutrire gli abitanti del posto, potrebbero mettere fine alla malnutrizione. Lo rivela la rivista scientifica Environment Research Letters, che il 26 giugno scorso ha pubblicato uno studio curato da un gruppo di ricercatori italo -americani. Ne abbiamo parlato con Stefano Liberti, autore del libro "Land Grabbing. Come il mercato delle terre crea il nuovo colonialismo" (Edizioni Minimum Fax)
RUBRICA
2536 pagine
Syndicate content