Argomento CRIMINALITA'

Stato e criminalità. Un rapporto non sempre dicotomico

Milano 24 novembre 2014 - 1h 15' 17"
Stato e criminalità. Un rapporto non sempre dicotomico Presentazione del libro con saggi di Jacopo Armini, Vincenzo Boccia, Antonio Calabrò, Luigi De Sena, Stefania Fuscagni, Maria Carmela Lanzetta, Marco Marchese, Angela Napoli, Vincenzo Olita, Riccardo Pedrizzi, Giuseppe Quattrocchi, Franco Roberti, Alfonso Ruffo, Ernesto U. Savona, Alberto Vannucci, Luigi Varratta (Edizioni Società Libera, Rubbettino). Le Mafie esistono, sono una realtà, una seria realtà, si muovono coerentemente con i propri criminosi obiettivi, fanno il loro lavoro. Ma siamo altrettanto certi di poter affermare le stesse cose sul contrasto da parte dello Stato e delle sue articolazioni periferiche? Sedici saggi sul ruolo che lo Stato dovrebbe assumere nel contrasto alla criminalità organizzata, che non vogliono essere di denuncia né di constatazione dell’ovvio, né ripetitivi di luoghi comuni, ma far ragionare sul fenomeno mafioso, interrogare, avanzare dubbi, prospettare soluzioni, pungolare gli addetti ai lavori, in un’espressione essere politicamente scorretti
DIBATTITO - Evento organizzato da

Notiziario dal fronte della guerra alla droga

Notiziario dal fronte della guerra alla droga Aggiornamenti dal Messico sul caso dei 43 studenti desaparicidos; Guinea Bissau, Mali, e il transito di cocaina attraverso l'Africa; campagna antidroga in Cina
RUBRICA

Ebola, povertà, immigrazione. Intervista al professor Aldo Morrone

Ebola, povertà, immigrazione. Intervista al professor Aldo Morrone "L'emergenza Ebola dimostra la mancanza di interesse per le povertà, così come manca la volontà di governare il fenomeno delle migrazioni". Lo dice il professo Aldo Morrone, primario di Medicina tropicale all'ospedale "San Gallicano" di Roma, consulente dell'OMS e del ministero della Salute, uno dei massimi esperti mondiali di medicina delle migrazioni. La diffusione di Ebola è conseguenza delle condizioni di vita nei Paesi poveri dell'Africa ma non è un rischio per l'Italia e l'Europa. I migranti non portano malattie. Le rivolte di questi giorni nelle periferie sono il frutto del mancato governo del fenomeno migratorio. Fronteggiare questi problemi, rispondendo in maniera efficace alle naturali paure della gente, è possibile ma servono volontà politica, un'informazione corretta e la coscienza che investire nella salute del sud del mondo significa investire nella salute di tutti
INTERVISTA

Settimana Internazionale

Settimana Internazionale La 22ª puntata di "Settimana internazionale", la trasmissione radiofonica in collaborazione tra oltreradio.it, Ansa e East. Ogni giovedì in diretta, dalle 19.00 alle 19.30. Notizie, approfondimenti, interviste e storie commentate con ospiti, le redazioni Ansa nel mondo e gli analisti della rivista East. NUOVI ITALIANI E IMMIGRATI IRREGOLARI. Intervengono: Alina Harja (Giornalista rumena, Direttrice di Actualità Tea Magazine), Marina Lalovic (Giornalista serba, conduttrice di RADIO 3 Mondo), Alfredo Mantica (Senatore, politico italiano), Giuseppe Scognamiglio (Presidente di Europeye, Editrice di East), Jean-Leonard Touadi (Consigliere politico del Ministero degli Affari Esteri). Collabora Silvia Settecasi (Redazione di East). Conduce in studio Francesco De Leo (Direttore di oltreradio.it)
RUBRICA - Evento organizzato da ,
1630 pagine
Syndicate content