Argomento AUSTRIA

In viaggio lungo la ex cortina di ferro. Interrvista a Matteo Tacconi

In viaggio lungo la ex cortina di ferro. Interrvista a Matteo Tacconi Il viaggio di Matteo Tacconi e del fotografo Ignacio Maria Coccia lungo la ex cortina di ferro, venticinque anni dopo la caduta del muro di Berlino, arriva nella bassa Austria e in Slovacchia. Vienna e Bratislava, una volta divise dal confine tra occidente atlantico e oriente sovietico, sono oggi unite dalla comune appartenze all'Unione Europea. Ma mentre per esempio a Gmund, in Austria, si sfuttano le bellezze neturalistiche e le acque termali, subito al di là della frontiera pullulano casinò, pensioni un po' dubbie, sexy shop e "asia market", in una sorta di Tijuana mitteleuopea. Tra Austria, Slovacchia e Repubblica Ceca si avverte di più la presenza di un confine, anche se oggi aperto grazie agli accordi di Schengen. Più sfumata invece, rispetto alla Germania, la memoria della cortina e della divisione tra i due blocchi.
INTERVISTA

In viaggio lungo la ex cortina di ferro. Intervista a Matteo Tacconi

In viaggio lungo la ex cortina di ferro. Intervista a Matteo Tacconi Prosegue il viaggio di Matteo Tacconi, accompagnato dal fotografo Ignacio Maria Coccia, lungo la ex cortina di ferro per scoprire come sono cambiati i territori europei dove correva la frontiera tra Europa occidentale ed Europa orientale e sovietica. Dopo Berlino si prosegue verso sud, verso la Baviera, la Repubblica Ceca e l'Austria, nelle zone dove la Nato si attendeva l'eventuale invasione dei carri armati dell'Armata Rossa
INTERVISTA

Critica e militanti

RADIO 28 marzo 2014 - 6' 18"
Critica e militanti "La paura e altri racconti della Grande Guerra" (Edizioni e/o) di Federico De Roberto
RUBRICA

Passaggio a Sud Est - La realtà politica dell'Europa sud orientale dai Balcani alla Turchia

RADIO 27 marzo 2014 - 55' 33"
Passaggio a Sud Est - La realtà politica dell'Europa sud orientale dai Balcani alla Turchia A cura di Marina Sikora e Artur Nura. Sommario della trasmissione. Serbia: le trattative per la formazione del nuovo governo; le ripercussioni della crisi ucraina sul negoziato per l'adesione all'UE. Kosovo: il quindicesimo anniversario dell'inizio dei bombardamenti della Nato, le diverse commemorazioni a Belgrado e a Pristina e le ferite ancora aperte. Macedonia: aperta ufficialmente la campagna elettorale per le presidenziali del 13 aprile, gli slogan dei partiti e i candidati in campo. Albania: il deficitario mercato energetico interno, le riforme allo studio del governo, gli interessi italiani. Croazia: spunta un "terzo polo" tra socialdemocratici, Hdz per le elezioni del Parlamento europeo con l'incognita dell'astensionismo. C'era una volta la "cortina di ferro": un viaggio dal nord della Germania a Trieste per scoprire come è cambiata l'Europa "di mezzo" 25 anni dopo la caduta del muro di Berlino. Intervista a Matteo Tacconi
RUBRICA

Dal Muro all'Europa senza frontiere: un viaggio da Lubecca a Trieste. Intervista a Matteo Tacconi

RADIO 26 marzo 2014 - 16' 49"
Dal Muro all'Europa senza frontiere: un viaggio da Lubecca a Trieste. Intervista a Matteo Tacconi Un viaggio lungo quella che fu la "cortina di ferro", dal nord della Germania all'Adriatico, 25 anni dopo la caduta del muro di Berlino. E' quello che compiranno dal 29 marzo al 13 aprile un giornalista, Matteo Tacconi, e un fotografo, Ignacio Maria Coccia, per raccontare come sono cambiate le cose lungo quel confine che divise l'Europa, separò gli europei e segnò la linea del fronte della guerra fredda tra il blocco occidentale e quello sovietico; alla ricerca di quello che è oggi, a cavallo di frontiere scomparse e altre che si sono aperte, il senso dell'Europa
INTERVISTA
56 pagine
Syndicate content